in

Assisi, Spello, Nocera Umbra e Valtopina in sinergia per valorizzare il turismo sul monte Subasio

70mila euro per il progetto che interesserà relax in natura, sport outdoor, avventura e SubasioAmbiente

Fra.Cec.

ASSISI (Perugia) – Settantamila euro l’ammontare del finanziamento ottenuto dalla Regione Umbria per il progetto di valorizzazione e sviluppo dell’offerta del parco del Monte Subasio nell’ambito del bando “UmbriAperta” a cui hanno partecipato i Comuni di Assisi (in qualità di capofila), Spello, Nocera Umbra e Valtopina. L’idea è stata focalizzata sulla progettazione di prodotti tematici inerenti il monte Subasio, con il coinvolgimento della rete dei territori interni all’area naturale che consacra l’operatività dell’associazione dei Comuni gestore del parco.

Le linee oggetto del progetto che ha ricevuto risorse per 70.560,00 euro sono quattro: relax in natura, sport outdoor, avventura e SubasioAmbiente. La prima è la garanzia di vacanze nel verde e in tranquillità con l’opportunità di arricchire il soggiorno con semplici, ma significative attività ed esperienze per famiglie e adulti grazie alla presenza di una sentieristica adeguata. La seconda (sport outdoor) comprende le vacanze per cui la motivazione principale è legata alla possibilità di praticare attività sportive di vario genere in ambiente esterno per diversi target di clientela. Il progetto punta sullo sviluppo di pacchetti per il turismo sportivo all’aria aperta che prevedono attività a carattere escursionistico e amatoriale, in particolare trekking, jogging, mountain biking ed equitazione.
La linea dell’avventura racchiude la vacanza legata alla pratica di attività fisiche e sportive che includono anche sport “estremi”. L’area del monte Subasio costituisce una piattaforma capace di ospitare varie attività sportive ad alto livello adrenalinico in ambienti naturali e paesaggistici di qualità per target group di nicchia come il parapendio e il volo libero, la mountain bike nelle sue discipline più tecniche ed estreme, il trekking a cavallo. La quarta linea, SubasioAmbiente, fa riferimento a vacanze a valenza educativa che si riferiscono a esperienze ambientali perché l’ecosistema Subasio ospita un’ampia varietà di specie arboree, floreali e faunistiche cui si aggiungono interessanti formazioni geologiche e testimonianze paleontologiche. Questi elementi, nel loro complesso, consentono la progettazione sia di prodotti turistici compiuti – come percorsi di educazione ambientale per alunni e studenti – sia di componenti di prodotto che arricchiscono la permanenza turistica a diversa motivazione – culturale, religiosa – quali passeggiate alla scoperta delle erbe edibili, fotografia naturalistica.
Per l’assessore al turismo del Comune di Assisi Fabrizio Leggio: «Il conferimento di oltre settantamila è senza dubbio un’ottima notizia che conferma la bontà e la giustezza della nostra politica che intende prediligere un’offerta del parco del Monte Subasio variegata e convincente, adatta a tutti target di visitatori (ai giovani, alle famiglie, agli studenti) amanti della bellezza naturalistica del paesaggio. Questo finanziamento ci permetterà di continuare a costruire un prodotto turistico territoriale di qualità e all’altezza della bellezza della nostra città e delle aree confinanti».

professione geometra

Cittadella giudiziaria a Perugia, l’Ordine degli architetti chiede «qualità e idee»

Elezioni, liste Pd: «Le voci di iscritti e militanti ascoltate solo in parte dal Nazareno»