in

“Explora”: positivo il bilancio dell’evento alla scoperta di Narni

La due giorni è stata condotta da Caterina Moroni e organizzata da Arci Terni nell’ambito del progetto R.E.T.I.

NARNI (Terni) – Un gruppo di partecipanti ha preso parte il 30 e 31 luglio a “Explora”, laboratorio di esplorazione urbana, creatività e comunità, condotto da Caterina Moroni e organizzato da Arci Terni nell’ambito del progetto R.E.T.I.

Il percorso, della durata di 20 ore consecutive, si è snodato tra Narni e Narni scalo, tra luoghi urbani e naturali, in cerca dell’intima connessione tra essere umano e ambiente, tra i partecipanti di una piccola comunità temporanea aggregata per l’occasione e il paesaggio che spesso distrattamente attraversiamo.

Il tragitto, percorso a piedi, ha attraversato la Rocca di Narni, le Grazie, Mezzule, il centro di Narni e Narni sotterranea, San Domenico, il chiostro di S. Agostino, il Beata Lucia, il Ponte di Augusto, per poi giungere a tarda notte al Parco “Donatelli” di Narni Scalo e proseguire il giorno seguente per il cimitero, i resti del Ponte di Augusto, il percorso della vecchia ferrovia fino alle Gole del Nera.

«L’incontro, in alcuni casi pianificato, in altri casuale e forse ancora più potente – è stato il filo rosso di questa edizione di Explora” -racconta l’ideatrice Caterina Moroni – “Con noi c’erano adulti e bambini, un piccolo gruppo misto dai 10 ai 60 anni che si sono presi cura l’uno dell’altro durante il tempo trascorso insieme. Uscire insieme dalla zona di confort attraverso una esperienza fuori dal comune fa si che si generino legami intensi nel gruppo e con il territorio attraversato».

Explora, di cui una prima edizione è stata realizzata a Terni con un target di adolescenti, sta diventando un format specifico sebbene nella sua realizzazione sempre diverso poiché raccoglie e rielabora input dati dai territori e dalle loro comunità.

Ambulatori solidali per le fasce deboli: donate protesi acustiche e prestazioni mediche

Riccardo Cucchi racconta Italia-Germania 4-3 ad Alviano