in ,

L’Avis comunale di Terni va in ferie: una novità assoluta per il volontariato

Tutto questo nel periodo di emergenza per la carenza di sangue

di Francesco Petrelli

TERNI- «Buongiorno, si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi per ferie dal 13 al 21 Agosto Nei giorni di chiusura le donazioni non potranno essere prenotate tuttavia sarà possibile presentarsi al Sit (passando dalla scala di ferro) alle ore 7,30 ritirando il numero. Per ulteriori esigenze ed informazioni è possibile contattare i numeri 3397026242 oppure 3342464102. Si augura un buon ferragosto a tutti i donatori e alle loro famiglie». Firmato, il Consiglio direttivo di Avis comunale Terni.

Con una comunicazione asettica e informale, l’Avis comunale di Terni ha informato tutti i donatori circa la chiusura per le ferie estive. È la prima volta che una delle associazioni più importanti e longeve d’Italia e soprattutto nel periodo più critico dell’anno chiude la propria attività per le ferie estive. In uno stato di emergenza locale, regionale e nazionale con appelli ripetuti di carenza sangue e plasma sarebbe stato auspicabile prevedere una programmazione per la prenotazione.

Da donatore periodico non posso altro che dissentire e ribadire che il volontario non percepisce emolumenti o ferie. L’attività di promozione e divulgazione della promozione della donazione del sangue, infatti, non può andare in ferie. Terni dal punto di vista delle donazioni è la cenerentola dell’Umbria, tutta la provincia di Terni è in carenza e una scelta del genere sovraccaricando l’ospedale è priva di qualsiasi strategia promozionale.

Gabriele Giottoli

Un centro storico al passo coi tempi, Giottoli: «Così miglioriamo l’ospitalità di Perugia»

L’allarme di Confcommercio Umbria: «La vera emergenza è il caro energia»