in

Perugia, un controllo di routine porta a un sequestro di droga da 60mila euro

I dettagli

????????????????????????????????????

PERUGIA – L’episodio è accaduto durante dei normali servizi antidroga, con importante segnalazione della popolazione. I carabinieri di Perugia hanno tratto in arresto un cittadino albanese, già espulso in precedenza dal territorio italiano ma rientratovi illegalmente.

Nel pomeriggio di ieri, a seguito di un breve inseguimento, gli agenti hanno fermato un veicolo due persone a bordo. A un primo controllo, uno degli occupanti è apparso particolarmente nervoso, cercando di allontanarsi senza riuscirci e insospettendo i carabinieri. I successivi controlli, più approfonditi, hanno portato alla luce circa 11 grammi di cocaina divisa in involucri occultati all’interno degli slip dell’uomo, ma anche denaro in banconote di piccolo taglio, per un valore complessivo di circa 1.300 euro.

Perquisite anche due abitazioni. Nella prima casa, dove l’uomo abitava con la moglie, è stato rinvenuto altro denaro contante nascosto all’interno di un mobile del soggiorno, con un vero e proprio diario registro in cui erano annotate le attività di vendita al dettaglio dello stupefacente. Nella seconda casa, invece disabitata ma utilizzata come laboratorio, era stoccato un quantitativo di circa 8 chilogrammi di marijuana, già suddivisa in confezioni sottovuoto e destinate allo spaccio di piazza. Lo stupefacente venduto al dettaglio avrebbe fruttato circa 60.000 euro.

Già espulso dal territorio italiano con il divieto di rientro sino al 2031, l’uomo è stato scortato al carcere di Perugia, dove dovrà scontare un’ulteriore pena detentiva di oltre un anno per le attuali leggi sull’immigrazione.

Foligno, lite e minacce tra anziani vicini: ritirate le armi a un 70enne

Da Bastia Umbra alla Colombia: le poesie di Giampaolo Bellucci volano oltreoceano