in

A Perugia una giornata per riscoprire i misteri dei Templari

Prevista anche la presentazione del libro “I Templari. Storia di monaci in armi (1120-1312)” di Jacopo Mordenti

Complesso di San Bevignate a Perugia
R.P.

PERUGIA – Una giornata dedicata ai Templari e ai loro misteri dal titolo “Monaci con la spada. Storia e leggenda di San Bevignate” è la nuova proposta del Soroptimist international club Perugia, realizzata con il patrocinio del Comune di Perugia nell’ambito delle iniziative volute dall’associazione per promuovere e valorizzare il territorio.

Doppio l’appuntamento sabato 19 novembre (si inizia alle 9.30 con ritrovo davanti alla chiesa in via Enrico dal Pozzo) dedicato alla conoscenza di un particolare periodo storico della città, a cominciare dalla visita guidata a cura di Gioia Orsini Federici al complesso architettonico di San Bevignate, sito di grande importanza e testimonianza unica della presenza dei cavalieri Templari a Perugia.
Ubicata nei pressi del cimitero monumentale di Monterone, la chiesa fu costruita tra il 1256 e il 1262 ad opera, appunto, dei Templari, l’ordine religioso-cavalleresco creato a Gerusalemme intorno al 1119 dal cavaliere francese Ugo di Payns. Nata come luogo di culto di un ordine militare, la chiesa evidenzia i caratteri tipici delle cappelle semplici e disadorne costruite dagli stessi frati cavalieri in Palestina e conserva nei sotterranei alcune importanti strutture archeologiche di età romana.
Oltre ad apprezzare le caratteristiche architettoniche della chiesa, riflettori puntati sulla leggenda legata a San Bevignate, un eremita locale della cui esistenza non si hanno prove certe al punto da essere definito “il santo misterioso di Perugia”, ma intorno al quale nacque un culto popolare molto radicato tra i perugini che, con grande insistenza, richiese ed ottenne la sua santificazione.
Al termine della visita seguirà la presentazione, presso il vicino Antico Frantoio Trampolini, del libro “I Templari. Storia di monaci in armi (1120-1312)” di Jacopo Mordenti, dedicato alla storia dell’ordine Templare, nato nel XII secolo all’indomani della prima crociata per proteggere i pellegrini lungo gli itinerari della fede.
«Dopo aver presentato venerdì scorso il libro di Luana Cenciaioli “Perugia etrusca e romana” – spiega Gabriella Agnusdei, presidente Soroptimist Perugia – un’altra iniziativa voluta dal nostro club per promuovere e valorizzare il territorio. Proseguendo nella conoscenza delle straordinarie testimonianze archeologiche di cui è ricca Perugia, la tappa alla chiesa di San Bevignate ci permetterà anche di apprezzare i resti dell’antica “fullonica”, il laboratorio artigianale per il trattamento di tessuti di età romana, conservata nel sottosuolo della chiesa e rinvenuta durante i lavori di restauro che hanno interessato il complesso templare tra il 2008 ed il 2009. Nella stessa ottica, la seconda parte della mattinata presso l’antico frantoio Trampolini, l’ultimo frantoio ancora presente nel perimetro interno della città ed ospitato in una struttura antica facente parte integrante di una commenda dell’antico ordine cavalleresco dei Templari, dove presenteremo il libro di Jacopo Mordenti, giovane autore specializzato in culture del Medioevo. Il volume riesce a ricostruire la storia di questo famoso ordine cavalleresco utilizzando tutte le fonti disponibili e dimostrando che questa storia, pur se complessa ed ancora piena di punti oscuri, risulta comunque di grande interesse e di notevole fascino».
Prenotazioni: perugia@soroptimist.it

il procuratore Cantone in visita ai musei Burri

A Città di Castello il procuratore Cantone in visita ai musei Burri

Terni, a pattinare sul ghiaccio col Suv