in

Lo sguardo di Terni Valley sulle prossime elezioni: «Uniti si vince, coinvolgendo anche i giovani»

La nota del presidente Filippo Formichetti: «Costruire per dare alla città una vera e nuova alternativa»

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Filippo Formichetti, presidente di Terni Valley

TERNI – In questi giorni varie forze di centrodestra hanno presentato i loro candidati a sindaco per le prossime elezioni amministrative. Anche gli altri schieramenti, le altre realtà che animano la città con una proposta alternativa, devono ragionare sul tema: le condizioni per vincere ci sono. Serve avere il coraggio di ripartire dal lavoro di opposizione che è stato fin qui fatto negli ultimi anni, insieme alla volontà di consolidare un’idea comune della Terni del futuro.

Le scorse tornate elettorali in Italia e nel mondo hanno dimostrato che la sinistra può vincere solo se coinvolge tutti, soprattutto i più giovani che sono la vera anima delle forze progressiste. In una città sempre più in declino, nella quale i servizi scarseggiano, la qualità della vita è ai minimi storici e le opportunità di lavoro mancano, la mia generazione, che per la prima volta voterà nel 2023 per le elezioni comunali, non si deve rassegnare e va coinvolta, resa partecipe di questa fase. Il futuro di Terni sono i giovani ternani, come quelli che ormai da anni animano Terni Valley e partecipano attivamente alla vita politica e culturale della città. Quando mi candidai a diciotto anni con Senso Civico molti miei coetanei non avevano nemmeno compiuto la maggiore età, ora invece sono pronti a rilanciare la città, riprendendosi gli spazi e le possibilità che l’amministrazione di destra ha loro sottratto con imperizia e scarsa visione del futuro.

Grazie al lavoro delle forze politiche e associative che hanno composto Senso Civico si è riusciti a portare avanti un percorso importante, suscitando sorpresa e novità in città, scardinando i sistemi precedenti, grazie anche all’ottimo lavoro portato avanti dal consigliere Alessandro Gentiletti. Insieme a lui sono tanti i risultati che abbiamo raggiunto sia sul piano amministrativo, nonostante la nostra posizione di opposizione alla giunta che ha amministrato la città negli ultimi anni, sia sul piano politico. L’esperienza di Senso Civico ha gettato un seme: oggi siamo pronti a voltare definitivamente pagina e a ripartire da quanto di buono fatto negli ultimi anni. Ciò va fatto uniti, costruendo sui programmi, su una visione comune dell’idea della città del futuro. Come Terni Valley abbiamo cercato sempre di continuare a lavorare su idee, progetti, organizzando eventi, tavoli di lavoro, posti dove incontrarsi per progettare insieme alle altre forze progressiste una città moderna, aperta ed ecosostenibile. Serve ripartire da qui, continuando a costruire ponti per dare alla città una vera e nuova alternativa.

Assunzione di psicologi nel servizio sanitario regionale: c’è l’ok di palazzo Cesaroni

Terni: altri 250mila euro per il sottopasso di via Aroldi