in

Lotta ai tumori: l’Erc assegna un milione e mezzo di euro a un ricercatore Unipg

Nello specifico, il progetto prevede l’identificazione di nuovi target farmacologici e lo sviluppo di strategie terapeutiche innovative

PERUGIA – Un finanziamento di 1,5 milioni di euro è stato assegnato dal consiglio Europeo della ricerca (ERC) al dottor Marco Gargaro – ricercatore del dipartimento di Medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Perugia – per il progetto “React-Dc, Breaking oncometabolites dynamics for next-generation dendritic cells tumor immunotherapy” per soluzioni terapeutiche innovative nella lotta ai tumor

«Nonostante gli enormi progressi in campo oncologico soltanto il 20-30% dei pazienti trattati con gli attuali approcci immuno-terapici risponde a queste terapie – spiega Gargaro – Questa ridotta risposta è dovuta alla diversa composizione del microambiente tumorale tra i vari individui. Infatti, il microambiente tumorale ricco di oncometaboliti, derivanti dalle cellule tumorali o dal microbiota, può condizionare la capacità delle cellule dendritiche, attrici chiave delle risposte immunitarie, di riconoscere ed eliminare le cellule tumorali».
L’obiettivo del progetto, dunque, prevede l’identificazione di nuovi target farmacologici e lo sviluppo di strategie terapeutiche innovative per potenziare la capacità anti-tumorale delle cellule dendritiche.
In particolare, attraverso l’intelligenza artificiale e piattaforme immuno-farmacologiche integrate, sarà possibile identificare nuovi oncometaboliti come biomarcatori delle risposte anti-tumorali. Inoltre, con l’utilizzo dell’ingegneria genetica, saranno sviluppati nuovi approcci terapeutici personalizzati e di precisione per ripristinare l’attività anti-tumorale delle cellule dendritiche.
I risultati derivanti da questo progetto consentiranno lo sviluppo di trattamenti farmacologici più efficaci e meno invasivi.
L’Erc starting Grant assegnato al dottor Gargaro, nel contesto di un bando altamente competitivo, è il primo conseguito dall’ateneo nel settore scientifico-disciplinare della farmacologia. Il programma per la ricerca e l’innovazione dell’Erc research è riservato a ricercatori con esperienza maturata da due a sette anni dopo il conseguimento del dottorato e dedicato a settori di ricerca pioneristici.

Dalla camorra alla città: dopo anni, così i palazzi della vergogna a Ponte San Giovanni riprendono vita

Corridore (Ap): «Latini ha fallito, la gente dice che è stato il sindaco più comunista di Terni. Il progetto di Bandecchi va ben oltre lo stadio-clinica. Pronta una nuova classe politica»