in ,

Terni: dopo la candidatura di Bandecchi tutti provano a scaldare i muscoli per le prossime amministrative

Confusione e fluidità nelle prossime scelte

di Francesco Petrelli

TERNI- Mentre l’avvento di Stefano Bandecchi per le prossime elezioni amministrative ha scaldato i cuori dei tifosi ternani per i politici cittadini i maldipancia e le prese di posizione sono all’ordine del giorno. Dal c’eravamo tanto amati al calabrone e la vicesindaca su Facebook, il consigliere Emanuele Fiorini, pago dell’abbraccio del Patron, si destreggia con ironia e sarcasmo, la vicesindaca al contempo non manca mai puntualmente di rispondere e ribattere ad ogni uscita di Riccardo Corridore, coordinatore comunale di Alternativa Popolare. Nel tritacarne come sempre entra l’inconsapevole civico Michele Rossi.

Paura o inesperienza politica? Politically correct o confondiamo le idee? Lo scenario è imprevedibile e dobbiamo partire solamente da un punto, per ora Stefano Bandecchi ha confermato a gran voce la propria candidatura a priori rilanciando che è disposto anche a sedersi sui banchi anche da consigliere comunale di opposizione. Forza Italia silente se ne ben vede di entrare nella cherelle prima che i giochi siano fatti, FdI in cuor suo a fronte del suo elettorato rimane in disparte e aspetta gli eventi, gli unici che hanno da perdere sono solamente i reduci di una Lega ai minimi termini. Il gioco a massacro sicuramente non tornerà utile ma lo status quo in questo momento è più forte di qualsiasi altra ambizione personale.

Il sindaco Latini con il suo aplomb si smarca, si defila e si confronta, di sicuro l’uscita improvvida di Caparvi, se non suffragata dall’appoggio di FdI, potrebbe diventare un boomerang a tutti gli effetti. Il silenzio in questo momento potrebbe pagare più di qualsiasi rancore o personalismo, la politica di certo non s’improvvisa e la condivisione rimane l’unico metodo per attrarre i consensi sperati. Uno scenario sempre più fluido che aspetta il matrimonio d’apparentamento tra il Pd e il M5S. Siamo solo all’inizio di un percorso molto fluido almeno che qualcuno non stacchi la spina e acceleri le elezioni. Difficile il momento e tempi troppo stretti ma di certo ancora non impossibile.

A Perugia lo sport sotto i riflettori con “La notte dei Capitani”

Tesei Salvini

Attenti ai rumors/ Summit sul rimpasto di giunta regionale tra Tesei e Salvini, scommettendo su Coletto all’Agenas. Ma la Lega umbra ora punta i piedi