in ,

Per non dimenticare: così Perugia celebra il Giorno della Memoria

Un programma di appuntamenti realizzato dall’amministrazione comunale in sinergia con alcune realtà del territorio

F.C.

PERUGIA – Presentati lunedì 23 gennaio gli eventi che si terranno a Perugia in occasione del Giorno della Memoria 2023. Presenti nella sala Rossa di palazzo dei Priori l’assessore alla cultura Leonardo Varasano, i rappresentanti delle associazioni che hanno proposto appuntamenti da realizzare in sinergia con l’amministrazione comunale Marco Terzetti (associazione nazionale ex internati), Martina Barro (Vivi il borgo), Roberto Biselli (Teatro di Sacco), Galeno Scattini e Cristina Piacenti (Porta Santa Susanna), Gabriele De Veris (biblioteche di Perugia).

«Abbiamo deciso di organizzare questo incontro – ha spiegato l’assessore Varasano aprendo la conferenza – con l’obiettivo di fornire un quadro complessivo delle tante iniziative che, anche quest’anno, abbiamo deciso di organizzare in occasione del “Giorno della Memoria”. Si tratta di eventi che hanno qualcosa in comune, ossia il patrocinio dell’amministrazione a conferma di un filo conduttore che li lega. È stata una scelta ponderata fatta con lo scopo di mettere in ordine un programma condiviso evitando le sovrapposizioni».
L’assessore Varasano ha parlato di un calendario ricco – che non si terrà solo durante la giornata istituzionale ma si protrarrà per alcuni giorni – soffermandosi comunque sull’evento principale organizzato dal Comune di Perugia in collaborazione con l’associazione Italia-Israele, l’associazione Progetto memoria e alcune scuole perugine (Cavour-Marconi-Pascal e Santa Croce) che prenderà vita proprio il 27 gennaio alla sala dei Notari a partire dalle ore 10. Si parlerà dei “Bambini e le leggi razziali del 1938 con le testimonianze di Elena Vitale e Aldo Luzzato (comunità ebraica di Milano) e gli interventi di Sandra Terracina e di Claudia Finzi Orvieto (associazione Progetto Memoria), nonché di Matteo Ferroni (fondazione Eland). Modera Gianni Scipione Rossi, intermezzi musicali a cura del Tritone Quartet.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Dal 24 gennaio al 3 febbraio eventi delle biblioteche comunali: «Gli eventi a cura delle biblioteche comunali di Perugia – ha evidenziato Gabriele De Veris – cominciano il 24 gennaio alle 17 alla Biblionet con le letture dedicate al giorno della memoria e alla biblioteca Villa urbani con “Mai più”, un approfondimento del processo storico e del significato della Shoa. Il 26 gennaio alle 17 alla Biblionet pagine di cinema con proiezione di film per ragazzi. Il 27 gennaio alle 18 alla biblioteca San Matteo degli Armeni il gruppo di lettura approfondirà le opere di Aldo Capitini. Il 3 febbraio alle 17.30 alla biblioteca di San Matteo degli Armeni reading di lettura a cura di Alberto Mori collegato alla mostra “antropologia del male” di Vivi il Borgo». Nelle biblioteche per tutto il periodo saranno esposti libri e proposte di lettura dedicate al tema del giorno della memoria.
26 e 27 gennaio con Anei e Agimus: «Si comincia – ha spiegato il presidente di Anei Marco Terzetti – alle 9.30 in sala dei Notari con l’evento dedicato agli allievi del liceo Galilei. L’incontro prevede i saluti del professor Tommaso Rossi (storia e memoria), la presentazione del volume “Un mare di ricordi” di Paolo Vandone con Paolo Braconi voce recitante, e l’intervento di chiusura del professor Enrico Mercati (testimonianze, commenti e riflessioni degli allievi del Liceo Galilei). Nel pomeriggio alle 17.30 in sala dei Notari è in programma il concerto narrativo “Per non dimenticare”, musica e storie sopravvissute ai campi di concentramento. Protagonisti Alessandro Dominguez (chitarra) ed Aurora Martini (soprano e voce narrante). La mattina del 27, infine, al parco Decathlon ad Olmo corsa campestre rivolta agli alunni delle scuole “Sport storia memoria” nei pressi del monumento dedicato agli internati militari italiani».
27 gennaio con Vivi il Borgo: «Alle 17.30 – ha spiegato Martina Barro – all’ex chiesa Santa Maria della Misericordia in via Oberdan inaugurazione della mostra “Antropologia del Male” le vittime del nazismo nei racconti fotografici dei soldati tedeschi, dalla collezione di Marco Trinei a cura di Martina Barro e Cristiana Palma. L’esposizione sarà visitabile fino al 5 febbraio tutti i giorni dalle 10.30 alle 13 e dalle 17.30 alle 20. Si tratta di oltre 100 fotografie risalenti agli anni tra il 1939 e il 1945, scattate da soldati tedeschi nel corso delle campagne militari: rari documenti fotografici relativi alla persecuzione, ebraica e non solo, nei territori occupati della Polonia e della Russia. Sono foto “libere” e, dunque, non commissionate che raccontano l’orrore visto con lo sguardo dei soldati tedeschi».
27 gennaio e 3 febbraio con Porta Santa Susanna: «L’associazione Porta Santa Susanna – ha spiegato Galeno Scattini – nell’ambito del ciclo 2022-2023 di conferenze, propone due incontri dedicati al giorno della memoria. Il 27 gennaio alle 21 in sala Santa Chiara Giuseppe Severini e Claudia Minciotti Tsoukas parleranno della “sorte degli ebrei a Perugia tra il 1943 ed il 1944”. Il 3 febbraio alle 21 conferenza con Paolo Mirti e Leonardo Varasano su Gino Bartali ed i giusti di Assisi e Perugia».
28 gennaio con Teatro di Sacco: «Il Teatro di Sacco – ha riferito Roberto Biselli – propone per la giornata del 28 gennaio, a cura del laboratorio teatrale Anomalie, l’evento intitolato “L’odio, come strumento e motivo per costruire il genocidio”, in programma alle 10 in sala dei Notari e alle 21 in sala Cutu. Un evento pubblico, non solo teatrale; una riflessione civile sull’uomo e sull’antiuomo che ha la peculiarità di coinvolgere il pubblico in prima persona». Diretto da Roberto Biselli con Sofia Emanuele, Sofia La Mastra, Sara Principi, Giovanni Quadraccia, Marta Ramadori, Milena Tromboni, Daniele Wondra.

Terni in testa alla classifica delle città dell’odio social

thadea

Platea gremita a Montefalco per i 500 anni dalla nascita di Thadea d’Asburgo