in

Terni, al via il progetto “Art D’Eco” lanciato da Confapi

L’iniziativa, promossa da Api Servizi srl, vede coinvolti i giovani di quattro istituti superiori

TERNI – Il progetto “Art d’Eco” del programma europeo European Solidarity Corps coinvolgerà attivamente i giovani del nostro territorio sul tema ambientale. L’idea nasce da un gruppo di studenti che hanno frequentato il progetto Skills organizzato da Api Servizi srl, Agenzia formativa di Confapi Terni. Gli studenti sono stati seguiti dal docente dott.Virio Mortelli che ha supportato il gruppo nella presentazione del finanziamento europeo Esc 30 nella città di Terni coinvolgendo, inoltre, diversi istituti superiori della città.

Dal 24 gennaio partirà la formazione interne negli istituti coinvolti che sono Casagrande, Ipsia Itt e Metelli. Obiettivo del progetto, fornire un quadro concreto sullo stato del verde urbano della città, con idee e proposte che verranno presentate e realizzate dagli stessi studenti attraverso workshop a tema, l’idea migliore verrà premiata il 24 maggio presso la Bct di Terni.

«Art D’Eco – fa sapere Confapi – intende stimolare la partecipazione attiva dei giovani, creando una mappa digitale del verde urbano, del suo stato e delle possibili iniziative per migliorarne le condizioni. Se è vero che molti giovani oggi sono demotivati, iniziative come questa servono per stimolare nuovi interessi, produrre cambiamento per facilitare una nuova generazione più attenta e sensibile al tema ambientale».

La ricetta delle ciriole alla ternana arriva nelle Antille 

Caso Bandecchi, Corridore (Ap): «Unicusano e le libere università, ecco le nostre ragioni»