in

Colle Umberto tra cultura, trekking e tradizione culinaria: è tempo di Festa della frittella

La giornata in onore di San Giuseppe da trascorrere in modo inconsueto nella frazione di Perugia

F.C.

PERUGIA – Sesta edizione, dopo tre anni di fermo dettato dalla pandemia da covid 19, per la Festa delle frittelle che animerà Colle Umberto, a Perugia, domenica 19 marzo con una serie di iniziative dedicate a tutta la famiglia e street food che vedrà protagonista la frittella prodotta secondo la ricetta tradizionale del paese.

La manifestazione, presentata nella sala della Vaccara di Palazzo dei Priori venerdì 10 marzo, è promossa da associazione ricreativa culturale e sportiva di Colle Umberto in collaborazione con il circolo ricreativo di Maestrello e l’associazione Monti del Tezio.

LA PRESENTAZIONE

A parlarne sono stati Michele Trinari (presidente associazione Colle Umberto), Francesco Dottorini (membro dell’associazione) e Valentina Catorci (comitato organizzatore), affiancati dall’assessore comunale al commercio Clara Pastorelli.
«È una grande emozione per noi – ha detto Dottorini – annunciare il ritorno di una festa che fa riscoprire la voglia di stare insieme e che sa coniugare la tradizione religiosa con quella che ruota attorno a un cibo tipico come le frittelle. In media, in ogni edizione ne vengono preparate circa 6mila, un processo impegnativo che inizia alcuni giorni prima e coinvolge le nonne del paese ma anche le loro nipoti. Oltre a questo passaggio generazionale, c’è da rilevare la partecipazione attiva di tutte le associazioni e realtà del posto, inclusa Villa del Colle del Cardinale: proprio qui passerà la processione di domenica mattina e sono previste visite guidate».
Dottorini ha espresso anche «Uno speciale ringraziamento alla nostra compaesana Silvia, elemento fondamentale della festa».

Anche Trinari ha sottolineato la volontà corale di tornare a realizzare: «Una festa che si deve alla gente del posto e dei paesi limitrofi e a tanti sponsor».

Per Catorci il programma attesta: «Quanto la manifestazione sia cresciuta nel tempo», sia sul piano dello street food, che coinvolge soprattutto aziende del territorio, sia per altri aspetti come l’attenzione per i bambini (a cui saranno dedicati il giro Pony e Pompieropoli a cura del comando provinciale dei vigili del fuoco e dell’associazione nazionale Vvf), continuando a tributare rilevanza alle celebrazioni religiose: venerdì 17 alle 21 Via Crucis dalla Badia di Colle Umberto fino alla cappella di San Giuseppe a Colle Vecchio, domenica 19 alle 10,messa presso la cappella di San Giuseppe a Colle Vecchio e, a seguire, processione fino a Colle Umberto con la presenza anche della banda musicale di Pretola.

presentazione festa della frittella 2023

I proventi della festa sono sempre riutilizzati per finanziare attività ricreative e con ricadute sociali per il territorio, come avvenuto, ad esempio, con l’acquisto di una lavagna Lim per la scuola locale.

«Questa manifestazione – ha concluso l’assessore Pastorelli – infonde entusiasmo perché si avverte che nasce dalla gente e che cerca di far emergere e soddisfare le esigenze di una zona splendida di Perugia meritevole di essere sempre più valorizzata. Si avvertono la forza del volontariato e l’amore per la comunità, entrambi riflessi in un programma ricco e con sponsor che crescono di anno in anno. Condividiamo anche la volontà di preservare le tradizioni locali, i nostri prodotti tipici e il nostro artigianato. Una festa, quindi, che ancora una volta sarà un valore aggiunto per il territorio».

UNO SGUARDO AL PROGRAMMA

Alle 8.30 passeggiata sul Tezio con la Tc Treck e l’associazione Monti del Tezio (ritrovo al parcheggio di Valserena)
Alle 9 giro turistico con Vespa club Perugia e Tuoro sul Trasimeno (ritrovo al bar Tezio)
Alle 10 santa messa alla cappella di San Giuseppe a Colle Vecchio e, a seguire, processione fino a Colle Umberto
Dalle 10 alle 13 apertura Villa del Colle del Cardinale
alle 10.30 apertura stand street food, con pesca di beneficenza e banco artigiani del legno (Ferdinando Catorci, Carlo Pontani, Roberto Baldassarri)
dalle 14 alle 18 giro pony cin Colleverde Country House
alle 15 Pompieropoli

Segnali da ripristinare, pali abbandonati e strisce sbiadite

Là dove la tradizione resiste