in

La Cisl di Terni lancia la sfida per la partecipazione dei lavoratori nei Cda delle Aziende

Presentata l’App Inas Digital per ricevere direttamente a casa i documenti del Patronato

TERNI-Anche la Cisl di Terni ha promosso la campagna #unpostoaltavolo volta a supportare la raccolta firme per una Legge di iniziativa popolare sulla Partecipazione dei lavoratori, che veda loro riconosciuto il giusto protagonismo all’interno delle aziende. A supportare la raccolta firma la Cisl Fisascat e l’Inas che ha colto l’occasione per presentare l’App Inas Digital. La Cisl di Terni ha scelto corso Tacito, la via principale della città anche per dare un segnale di speranza al rilancio dell’attività commerciale del centro cittadino, centro che tra l’altro ha visto in questi giorni la partenza dei lavori in piazza del Mercato. Tante le persone che si sono fermate al gazebo, persone che hanno ricevuto informazioni per firmare per la legge di iniziativa popolare che vuole promuovere la partecipazione dei lavoratori nell’impresa. “E’ stata un’occasione per incontrare persone e in maniera informale confrontarci con loro –afferma il segretario regionale Riccardo Marcelli- A 75 anni dalla nascita della nostra Costituzione, è arrivato il momento di dare piena attuazione all’Articolo 46, che disciplina il diritto dei lavoratori a pesare di più e star dentro alle decisioni e agli utili delle imprese. Quella della Partecipazione è una opportunità che raccoglie tutte le grandi sfide di questo tempo. Avessimo avuto la legge in questi anni avremmo avuto salari più alti, qualità e stabilità del lavoro, meno delocalizzazioni, più produttività, maggiore controllo sulla sicurezza, innovazione e crescita. Magari Terni che continua ad essere la Capitale della manifattura, una manifattura sostenibile potrebbe essere proprio il comprensorio pilota per attuare la partecipazione nei Cda delle Aziende”. Anche la Fisascat era presente: “Abbiamo scelto corso Tacito -afferma Sergio Sabatini responsabile di Terni- per dare un segnale alla città: vogliamo contribuire al rilascio commerciare del centro, promuovendo un lavoro di qualità e dignitoso”. Al gazebo di corso Tacito pure l’Inas di Terni, cioè il patronato della Cisl che sempre nell’ottica di essere più vicini ai cittadini, ha presentato una nuova applicazione: “Inas Digital –rivela Franco Orsini Responsabile provinciale dell’Inas- è l’unico patronato certificato online che permette di attivare le richieste di estratto contributivo, pensione, invalidità civile e assegno unico, da subito, comodamente da casa tua, senza file e in sicurezza, con il supporto degli esperti del tuo patronato Inas Cisl”. La raccolta è avvenuta alla presenza del consigliere comunale Francesco Filipponi. 

Sindaci della Valtiberina Toscana e Altotevere umbro uniti per Rigutino

Toscana e Umbria unite per il Rigutino: ecco il patto sull’alta velocità

Case popolari, cambiano le regole: «Così scongiurata l’esclusione delle famiglie più disagiate»