in ,

Aumento Taric a Terni? Sì, come i rifiuti in giro per la città

Fatture e spazzatura sembrano crescere in egual misura, mentre sono iniziati i primi controlli – LE FOTO

di Michele Fratto

TERNI – L’aumento considerevole delle fatture riguardanti la Taric sembra andare di pari passo con quello della spazzatura in giro per la città. Nel primo caso si parla di soldi da spendere, nel secondo di spazzatura da smaltire, ma sempre di aumento si tratta.

Mentre continuano le polemiche sulle quote della Taric, in alcuni casi arrivate addirittura a un vertiginoso più 300%, non è difficile notare in diversi punti della città un’incuria e un degrado dovuto a piccole ma presenti discariche di rifiuti a cielo aperto. In via Medici il lato di un intero box doccia fa “da guardia” a sacchi e cartone che coprono il manto stradale con i cassonetti di via Turati dall’altra parte che strabordano di rifiuti da tutte le parti.

Situazione ben peggiore una volta imboccata via Eugenio Chiesa. Vicino al passaggio ferroviario barattoli di pomodoro, tubi per irrigare e sacchi di ogni genere fanno “compagnia” alla raccolta di indumenti usati mentre poco prima (viale Luigi Campofregoso) un vecchio televisore spaccato a metà è stato abbandonato magari dopo l’ultimo switch off. Tutto sotto lo sguardo di passanti e residenti, che hanno iniziato a denunciare l’incuria anche sui vari gruppi social, postando foto in altre porzioni della città.

Intanto qualcosa inizia a muoversi. Sono partiti da via Magenta i primi controlli del nucleo ambientale della polizia di Terni con l’Asm su diversi condomini segnalati. I controlli riguardano il corretto posizionamento dei rifiuti negli appositi cassonetti, primo passaggio che sfocerà nelle sanzioni previste. Sullo sfondo, comunque, resta sempre l’idea plausibile delle isole ecologiche.

Orchestra da Camera di Perugia PH. Marco Giugliarelli

Haydn per aprire la nuova stagione “Music Portraits: ritratti musicali”

Lavori, acqua, servizio idrico, tubature, rubinetti

Acqua, i gestori dell’Umbria premiati per la qualità della rete