in

Cybersicurezza: incontri tra carabinieri e Confapi

L’attenzione sarà posta alla lotta contro le infiltrazioni criminali all’interno dell’aziende

TERNI – Da fine maggio a settembre prenderà via il ciclo di incontri tra la Confapi (la locale confederazione italiana della piccola e media industria) e i carabinieri al fine di dare attuazione al protocollo d’intesa siglato nello scorso anno sulla tutela del patrimonio informativo aziendale attraverso la prevenzione dell’utilizzo illegale dei dati, per la salvaguardia dagli illeciti ambientali e per il contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’attività economica.

«Dovere dell’Arma – afferma Teo Luzi, generale del corpo d’armata- essere vicini ai cittadini, ed uno dei tanti modi per farlo è tutelare le piccole e medie imprese tramite la Confapi, una realtà profondamente diffusa e radicata nel nostro bellissimo Paese. Aziende di assoluto rilievo, molto spesso portatrici di antiche tradizioni che sempre più diventano bersaglio della criminalità, specialmente in questo difficile periodo di ripresa».

«La legalità – dichiara Maurizio Casasco, presidente di Confapi – rappresenta il presupposto imprescindibile per la crescita e il lavoro. È un onore per Confapi collaborare con i carabinieri che da sempre, e anche in questi lunghi e difficili mesi di crisi pandemica, si è distinta come baluardo di protezione e sicurezza per il nostro paese. Questo protocollo trova la sua forza e le sue ragioni nel profondo radicamento territoriale di entrambe le nostre organizzazioni e nella condivisione di obiettivi comuni, per la legalità e la crescita del paese. Insieme vogliamo contribuire alla creazione delle condizioni di sicurezza e rispetto della legge di cui un’economia sana ha bisogno».

Strisce pedonali luminose Corciano

Strisce pedonali luminose: cinque i dispositivi già installati dal Comune di Corciano

Terni sconosciuta anche ad Orvieto: per trovarla tocca chiedere ai passanti