in ,

Firmata la convenzione tra Arcieri città di Terni, Fitarco e Comune

Il documento riguarda l’uso dell’Archery training center di via del Centenario

TERNI – È arrivata la firma sulla convenzione tra il Comune di Terni, la Federazione italiana tiro con l’arco e gli Arcieri città di Terni sull’uso dell’Archery training center di via del Centenario.

Stefano Tombesi, presidente della società ternana esprime grande soddisfazione e accende i riflettori sulle prossime scadenze: «Entro il 13 giugno bisogna presentare il progetto definitivo di adeguamento dell’impianto di via del Centenario che, una volta esaminato dagli uffici comunali, dovrà essere inoltrato alla Regione entro il 30 giugno per la definitiva approvazione. Se tutto andrà bene, come pensiamo, subito dopo inizieranno i lavori».

Queste sono settimane molto calde in casa Arcieri Città di Terni. Ormai il Mondiale 3D di settembre è alle porte. La macchina organizzativa è in pieno movimento e i primi effetti benefici di questa manifestazione sul tessuto economico locale già si stanno vedendo «non c’è più una camera di albergo libera in città per la settimana del Mondiale. Sono già tante le nazionali che si sono iscritte alla competizione che ci onoriamo di ospitare e organizzare. Il nostro impianto è pronto e rispetta in pieno le direttive indicateci dalla World Archery».

Se le amministrazioni comunali di Terni e Stroncone insieme alla Fondazione Carit hanno sposato l’iniziativa sostenendola, questo non sta accadendo con la Regione Umbria «che ho provato a contattare più volte senza però riuscire ad avere una interlocuzione. Dispiace molto – conclude Stefano Tombesi – non aver potuto avere un incontro con l’assessore regionale di riferimento. L’assenza della Regione sarebbe grave, per questo confido che, prima o poi, riusciremo ad avere un contatto proficuo con l’Ente».

Agenzia delle Entrate

«Il pos non funziona, paga in contanti»: così avrebbe intascato i soldi dei versamenti

Usl Umbria 1, in direzione generale arriva Massimo Braganti