in ,

Canottaggio, al via i campionati italiani fondazione Carit: sono 110 le società coinvolte

A guidare le file i canottieri della SC Varese con ben 48 iscritti

di Luca Ceccotti

TERNI – Sono 110 le società e poco meno di 1000 gli atleti pronti a invadere Piediluco sabato 25 e domenica 26 giugno per i campionati italiani fondazione Carit, under 23, under 17 (ex Ragazzi) ed esordienti.

Una settimana dopo i tricolori assoluti under 19 e pararowing-fisdir di Corgeno, è infatti allo splendido lago umbro sede del centro nazionale di preparazione olimpica e paralimpica che spetta assegnare gli altri tricolori in palio, in una manifestazione che vede le società lombarde in prima fila nei numeri relativi alle iscrizioni.

Come atleti in gara, è la SC Varese a guidare la particolare graduatoria con 48 iscritti, davanti ai 46 della Canottieri Gavirate e ai 27 della SC Lario. Le stesse tre società lombarde comandano anche in tema di equipaggi al via, ma stavolta il numero maggiore appartiene alla Gavirate – 23 barche allo start – davanti alle 14 della SC Varere e alle 13 della SC Lario. Sono invece otto i club remieri con al seguito un unico iscritto: Cannobio, Eridano Torino, Idroscalo Milano, LNI Sestri Ponente, Navalia, Nesis, Nettuno Trieste e SC Renese. A questi, con un solo equipaggio multiplo al via si aggiungono SC De Bastiani, CCR Lauria, Montefeltro, Ospedalieri Treviso, CC Piediluco, Tirrenia Todaro e Tremezzina.

Rumori e cattivi odori, a Ponte San Giovanni la protesta contro i treni che non volle neanche Gheddafi

palazzo spada

Terni, riqualificazione mense scolastiche: in arrivo oltre 1,2 milioni di euro da Pnrr