in

Ad Assisi due giorni di celebrazioni per Santa Chiara e il patrono San Rufino

Con questi due eventi religiosi la città segna il ritorno alla vita di sempre

ASSISI (Perugia) – Si è tenuta giovedì 11 agosto ad Assisi la celebrazione in onore della Solennità di Santa Chiara, festeggiata dalla città insieme alle sorelle clarisse del protomonastero della basilica di Santa Chiara e a tutte le clarisse del mondo.

Per l’occasione, nella mattinata il corteo civile ha raggiunto la basilica di Santa Chiara per la concelebrazione solenne presieduta da monsignor Vittorio Francesco Viola, arcivescovo segretario del dicastero per il culto divino e la disciplina dei sacramenti. Durante la messa il sindaco Stefania Proietti ha offerto, a nome della città serafica, i ceri e i fiori alla clarisse. Alla celebrazione hanno partecipato anche la prefettura e la Provincia di Perugia con la consigliera delegata e le altre autorità locali civili e militari. Il coro dei “Cantori di Assisi” ha animato la concelebrazione, intonando una serie di inni sacri. Nella serata, invece, dopo la veglia di preghiera, sono iniziate le celebrazioni del Santo patrono di Assisi san Rufino con successiva processione e benedizione della città.

Santa Chiara

Nella mattina di venerdì 12 agosto, si terrà il Pontificale dedicato al santo patrono con corteo civile da piazza del Comune fino alla cattedrale dove ci sarà la concelebrazione solenne alle 11 presieduta sempre da monsignor Viola, durante cui il primo cittadino offrirà in dono i ceri al patrono della città. La festa si concluderà in serata alla cattedrale alle 21 con il concerto della Cappella Musicale.
Con questi due eventi religiosi la città di Assisi segna il ritorno alla vita di sempre, testimone ne è stata la folla che ha seguito i festeggiamenti in onore di santa Chiara. Tanti anche i turisti che hanno visitato e stanno visitando le bellezze di Assisi, del centro storico e dei santuari francescani in questi giorni.

Perugia, Fontivegge, il degrado e la battaglia di residenti e forze dell’ordine

Montefalco: 650mila euro dal Pnrr per le scuole