in ,

Perugia e l’incuria del verde, la denuncia: «Bimbo ferito da un ramo caduto»

Succede a Castel del Piano, bufera sui social: «Area chiusa dal Comune già violata, in barba ai rischi»

E.P.

PERUGIA – Rami pericolanti. Rami che cadono. E un ragazzino finisce, a quanto si apprende, per essere centrato dal ramo di un noce e riportare la frattura del femore. Succede a Castel del Piano, frazione di Perugia, al percorso ciclopedonale Nestore Magni.

Succede, cosa altrettanto grave, che la zona interdetta dal Comune per motivi di sicurezza, fondamentalmente per evitare, diventi motivo di grosso “fastidio” per i residenti della zona. Almeno stando alle segnalazioni social di alcuni residenti del paese. Che evidenziano – secondo le testimonianze su Facebook – l’intolleranza e la poca attenzione al bene collettivo a favore di un passaggio meno dispendioso in termini di tempo e lunghezza, ma anche alla situazione in cui si trova l’area della ciclopedonale. Dove i rami secchi e potenzialmente pericolosi, denunciano i residenti, non mancano. C’è stato un precedente che dovrebbe servire da monito, insomma. Per i cittadini poco pazienti, ma anche per chi ha il titolo per intervenire e mettere in sicurezza l’area verde, consentendo così che si possa fruire al massimo dello spazio comune.

LE FOTO DI MATTEO MARCHESI SU “SEI DI CASTEL DEL PIANO SE…”

Terni: viale Borsi e l’acceso dibattito sui pini

Fabio Paparelli: «Il Pd torni alla vocazione maggioritaria e si apra alle migliori energie della società civile»