in

Ad Assisi consegnate 43 borse di studio in memoria di Tommaso Visconti

L’assessore Veronica Cavallucci ai ragazzi: «Abbiamo bisogno delle vostre idee, del vostro supporto. Non esitate a chiamarci»

R.P.

ASSISI (Perugia) – Sala della Conciliazione di Assisi gremita per l’assegnazione delle 43 borse di studio dedicate all’ex assessore comunale Tommaso Visconti.

Un appuntamento importante per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e in particolare per i 43 ragazzi che si sono distinti non solo per il rendimento scolastico ma anche per la buona capacità di relazione, il sentimento di solidarietà e il rispetto dell’ambiente e delle regole di convivenza democratica.
Alla cerimonia presenti la moglie dell’ex assessore Rosella Pampanoni Visconti, la figlia, il sindaco Stefania Proietti, il vicesindaco Valter Stoppini, l’assessore alle politiche scolastiche Veronica Cavallucci, il presidente del consiglio comunale Donatella Casciarri e il consigliere comunale Giuseppe Cardinali.
Per sindaco e vice sindaco: «Si tratta di un evento consolidato, voluto e organizzato con grande convinzione dall’amministrazione comunale perché permette a noi adulti e istituzioni di essere più vicini al mondo della scuola e dei giovani nel ricordo di un personaggio che ha contribuito con il suo impegno da amministratore al bene della città».

Ad Assisi consegnate 43 borse di studio in memoria di Tommaso Visconti 2022

L’assessore Cavallucci, rivolgendosi direttamente ai ragazzi e alle ragazze, li ha ringraziati sentitamente: «Abbiamo bisogno delle vostre idee, del vostro supporto. Non esitate a chiamarci, a rappresentarci le vostre esigenze e a darci suggerimenti perché è importante accorciare le distanze tra il mondo degli adulti, delle istituzioni e voi giovani».
In conclusione anche il presidente del consiglio comunale Casciarri si è associata ai ringraziamenti ai ragazzi e li ha estesi ai dirigenti scolastici e ai docenti per il lavoro che fanno ogni giorno, per l’impegno e la passione che mettono durante l’attività educativa e formativa delle nuove generazioni.

Comunità energetiche rinnovabili a Terni: «Finalmente si parte»

Dopo lo sciopero in piazza a Perugia, arriva l’incontro fra Link e rettorato