in ,

Cristiana Pegoraro porta San Valentino in America e incanta la Carnegie hall

L’assessore Maurizio Cecconelli vola a  New York e premia la pianista per  «il suo impegno a farsi ambasciatrice di Terni nel mondo»

TERNI – È stato uno strepitoso successo il concerto di Cristiana Pegoraro alla Carnegie hall di New York, che ha fatto registrare il tutto esaurito e un grande favore di pubblico. Una sala gremita, infatti, ha riservato una calda accoglienza alla pianista ternana di fama internazionale, tra standing ovation e lunghissimi applausi. A rendere ancor più significativa la serata è stata la consegna da parte del Comune di Terni a Cristiana Pegoraro di un riconoscimento “Per il suo impegno a farsi ambasciatrice in tutto il mondo di Terni, dell’Umbria e di San Valentino attraverso la musica e il suo straordinario talento”. L’assessore comunale alla cultura  Maurizio Cecconelli, in America per l’occasione, ha premiato la pianista di fronte a diplomatici delle Nazioni Unite e delle istituzioni italiane e internazionali a New York, giornalisti e personaggi della cultura che hanno partecipato al prestigioso evento. A questo riconoscimento seguirà quello che verrà consegnato a Cristiana Pegoraro dal Centro Culturale Valentiniano in occasione delle celebrazioni di San Valentino a Terni a febbraio 2023. 

Il programma del concerto ha previsto un repertorio in omaggio ai grandi compositori italiani, oltre che l’esecuzione di un ciclo di composizioni della stessa Pegoraro,”‘Ithaka – Il viaggio di un moderno Ulisse” dedicato alla necessità di unire gli uomini, in cui il Mediterraneo si fa luogo capace di esprimere condivisione di culture e pace tra i popoli. Durante la serata alla Carnegie Hall è stato anche lanciato un video dedicato a Terni e a San Valentino, viaggio artistico all’interno della basilica di San Valentino, con la regia di Yuri Napoli e immagini delle reliquie del santo e opere d’arte che lo rappresentano, sulle note di “Colors of love”, anche questa composizione originale di Cristiana Pegoraro. Un rapporto, quello tra la pianista, anche in qualità di direttore del Narnia Festival, e l’amministrazione ternana, che ha dato vita recentemente a un importante progetto che vuole far conoscere negli Stati Uniti la vera storia di San Valentino, organizzato in collaborazione con lo Iace (Italian American Committee on Education) di New York e la Diocesi di Terni-Narni-Amelia. L’idea, dunque, è quella di divulgare la conoscenza della figura di San Valentino contestualizzando il personaggio nella sua dimensione storica e non solo legandolo alla festa degli innamorati. Nell’ambito di questo progetto, che prevede un’operazione di promozione in tre stati della costa est degli Stati Uniti, New York, New Jersey e Connecticut, è stato istituito il concorso ‘San Valentino e Terni’, organizzato attraverso lo Iace e rivolto a circa 20mila studenti americani di 280 scuole dove si apprende l’italiano, ai quali sarà chiesto di realizzare un’opera multimediale sul tema della figura del santo. I due vincitori riceveranno in premio un soggiorno di 7 giorni nel mese di febbraio 2023 a Terni, dove, durante gli eventi valentiniani, si svolgerà anche la premiazione ufficiale del concorso.

Dopo il concerto alla Carnegie Hall, la serata è proseguita con una reception alla “Urbani Truffle Lab” di New York, evento esclusivo in cui un’eccellenza italiana e umbra della musica come Cristiana Pegoraro ha incontrato il tartufo, un prodotto di grande pregio che rappresenta l’Italia nel mondo.

L’aeroporto aggancia con Cracovia il boom della Polonia. Per andare in serie A manca solo Francoforte (a Parigi si può rinunciare). E qualche altro investitore

Il sangue delle donne: a Città della Pieve una riflessione sulla violenza di genere