in

Percorsi e tecnologia: gli studenti di Gubbio incontrano gli arbitri di serie A

La dirigente del Mazzatinti: « Motivo di orgoglio e momento altamente formativo»

R.P.

GUBBIO (Perugia) – “Il calcio degli arbitri tra percorsi e tecnologia” è il titolo dell’incontro che prenderà il via il prossimo 17 novembre alle 11.15 al’aula magna del polo liceale “Giuseppe Mazzatinti di Gubbio. Appuntamento promosso dall’indirizzo scientifico sportivo dell’istituto d’intesa con la sezione arbitri Carlo Angeletti di Gubbio.

Protagonista dellevento sarà l’arbitro Manuel Volpi, 34 anni, di Città della Pieve, della sezione di Arezzo. Dopo le esperienze da centrocampista con la Pievese fino a 16 anni, Volpi ha intrapreso il percorso da arbitro arrivando alla serie D nel 2011. Salito in Lega pro nel 2015, ha diretto nel 2018 la finale di Supercoppa Primavera e la finale di ritorno della Coppa Italia di serie C, per poi essere promosso alla Can B, debuttando nella serie cadetta il 26 agosto 2018 per Ascoli-Cosenza terminata 1-1. Ha esordito in Serie A il 24 febbraio 2019 nella partita Chievo-Genoa, finita 0-0. Sabato scorso ha diretto Parma-Cittadella, valevole per la tredicesima giornata del campionato di B.
Saranno presenti anche il guardalinee eugubino Matteo Passeri, che giovedì scorso in Hellas Verona-Juventus ha eguagliato il record di 227 partite da assistente arbitrale in serie A, il presidente della sezione arbitri eugubina Andrea Pannacci, il guardalinee Giovanni Fiorucci alla sua prima stagione alla Can D, gli arbitri Pietro Aloi e Nykolyn Mykhaylo dell’Eccellenza umbra. Interverrà il sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati. Farà da moderatore il giornalista Massimo Boccucci.
«È per il nostro istituto motivo d’orgoglio – dice Maria Marinangeli, dirigente del Mazzatinti – e un momento altamente formativo per gli studenti del liceo sportivo poter incontrare un arbitro di serie A che potrà raccontare la sua esperienza e il suo percorso per arrivare ai massimi livelli. Sarà anche l’occasione per festeggiare il guardalinee eugubino Matteo Passeri che ha raggiunto uno storico traguardo oltremodo significativo per una realtà come Gubbio».

Terni, Bandecchi si presenta: «Confermo la mia candidatura. La Regione ha sbagliato sul progetto stadio-clinica»

Quanto costano i maxi rincari in Umbria: i dati di Movimprese