in

Rush finale per il Riverock festival: si chiude con Samuel, Mace e Fulminacci

Annullato il quarto talk a palazzo Bonacquisti per problemi di salute dell’ospite

foto di Luca Marenda

ASSISI (Perugia) – Due serate d’eccezione a chiudere il sipario sull’undicesima edizione del Riverock festival che, dopo i live degli Psicologi e la tappa del nuovo tour da solista di Manuel Agnelli, prosegue ora alla Lyrick Summer Arena tra musica elettronica e il concerto di Fulminacci, che arriva in Umbria per la prima volta.

Venerdì 29 luglio quello che prenderà il via sarà un evento unico in Italia durante cui, nella stessa sera, ad avvicendarsi sul palco saranno due dei più importanti protagonisti della musica elettronica italiana. Samuel, frontman dei Subsonica, con l’unica tappa umbra del suo “Elettronica tour” in full band e, per la prima volta nel cuore verde d’Italia, Mace, tra i dj e producer tra i più attivi e apprezzati del momento, saltato alle orecchie del grande pubblico con “La canzone nostra”, inno generazionale scritto in collaborazione con Blanco e Salmo. A fare da collante il collettivo Tangram con i suoi spettacoli visual e i set di Aura Safari, Feel Fly, Max P e Stefano Tucci. Prevendite aperte su circuito TicketItalia e TicketOne.

Sabato 30 luglio il festival offre alla città e al pubblico un vero e proprio dono, reso possibile anche grazie al sostegno della Comune di Assisi: il concerto gratuito del cantautore romano Fulminacci che porterà live “Tante Care Cose e altri successi”, una nuova versione del suo ultimo album che lo ha fatto approdare alle classifiche di ascolti nazionali e lo ha portato sul palco di Sanremo.
La serata continuerà fino a tarda notte con l’aftershow Saturday I’m in Riverock in collaborazione con l’Urban live club di Perugia.

Mostra Chi è Simone Cecchetti
LA MOSTRA

C’è ancora tempo fino al 31 luglio per visitare la mostra “Chi è Simone Cecchetti?” a palazzo Bonacquisti, spazio gentilmente concesso dalla Fondazione Perugia. Lungo le sale la retrospettiva su una delle firme più prestigiose nel campo della fotografia musicale Europea – al quale Sky Arte ha dedicato un esclusivo documentario monografico – curata da Marco Dionisi Carducci con la critica di Giorgio Vulcano, che rientra nell’ambito del progetto “Sono=Suono La musica attraverso l’immagine”.
L’esposizione, a ingresso libero, si protrarrà fino al 31 luglio. Orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30.
Annullato purtroppo il quarto talk inserito nel progetto e previsto inizialmente il 28 luglio per motivi di salute di Giorgio Testi.

Piazza dell’Olmo a Terni, Patalocco (il progettista): «Temo vogliano togliere anche la copertura integra»

L’Umbria al centro del salotto di Roma per favorire gli investimenti nel cuore verde d’Italia