in

I quarant’anni dell’Agosto Stronconese: « Una tradizione che unisce diverse generazioni»

Ritorna la manifestazione che mette insieme storia, tradizione, cultura e gastronomia

STRONCONE (Terni) – Una tradizione che da quaranta anni ripercorre i passi della vita del patrono di Stroncone, il Beato Antonio Vici, ed i fasti dell’epoca Napoleonica. Dal 18 al 28 agosto torna il tradizionale appuntamento con l’Agosto Stronconese, la manifestazione che unisce storia, cultura e gastronomia. Undici serate, organizzate dall’Associazione Ente Agosto Stronconese, in cui si alterneranno spettacoli musicali, folcloristici, intrattenimento per bambini, mostre ed esposizioni, il tutto accompagnato dalla consueta Locanda dei Briganti e stand gastronomici.

La kermesse, rientrante tra le manifestazioni storiche della Regione Umbria e patrocinata dal Comune di Stroncone, è giunta alla sua quarantesima edizione. «Ci attende quest’anno un appuntamento importante dell’Agosto Stronconese– dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Stroncone, Annalisa Spezzi -. Riprenderanno gli spettacoli dal vivo, gli stand enogastronomici, le attività culturali nella loro pienezza. Nel corso degli anni, l’Ente Agosto Stronconese, con i suoi volontari ed in collaborazione con il Comune di Stroncone ed i frati del Convento di San Francesco, ha dato vita ad un evento che ci consente di rivivere importanti avvenimenti del nostro passato, mantenendo viva una tradizione ormai consolidata tra la popolazione Stronconese. Una tradizione che unisce diverse generazioni, in una rievocazione storica che vede nella figura e nella vita del Beato Antonio Vici un prezioso punto di riferimento e devozione per l’intera comunità». Attesi in paese numerosi turisti e visitatori che potranno visitare le vie del borgo medioevale e gustare piatti tipici della tradizione e non solo alla Locanda dei Briganti aperta tutti i giorni dalle 19.30 su prenotazione.

Giungono anche le parole del presidente dell’Ente Valeriano Vittori: «Sono quasi trenta anni che partecipo alla manifestazione e posso dire che la festa di agosto rappresenta la vera forza di noi Stronconesi. La nostra ricchezza è la partecipazione, lo spirito di squadra e la collaborazione tra le contrade. Quest’anno, dopo un’edizione ridimensionata dalle misure anti-Covid, siamo pronti a ripartire più carichi che mai».

Collescipoli intitola i giardini pubblici a Lucio Dalla e scoppia la polemica

Alessia Marcuzzi rischia di morire soffocata, la salva la moglie del suo ex