in ,

Verso le elezioni/A Terni conferma per Spinelli e Pace

Altre notti insonni, Pd ternano sempre più agitato, mentre Eleonora Pace alla Camera aprirebbe per Fdi il valzer in regione

Bandiere del Pd (foto democratica.com)

TERNI – Notti insonni a Terni sognando un posto in lista per le politiche di settembre.

Notti insonni per chi aspira a entrare nella scheda elettorale, notti agitate anche per chi vede le candidature al nazionale come un attentato agli equilibri locali.
Nelle chat del Pd un paio di notti fa un mezzo terremoto. Il Pd Ternano, come più volte annunciato da Umbria 7, da giorni sta facendo la battaglia per il secondo posto al proporzionale della Camera, quello dietro alla Ascani. Con un buon risultato il secondo deputato potrebbe scattare. Archiviato il consigliere regionale Paparelli, durato un paio di giorni il nome dell’ex senatore Gianluca Rossi, ecco spuntare di nuovo fuori Pierluigi Spinelli. Apriti cielo, il segretario comunale è il classico nome da prodotto interno, tutto partito e sindacato. Appeal verso la società civile e la città non Pd tutto da verificare. Un particolare non da poco per un partito che tra qualche mese vuole provare a riprendere il Comune di Terni proprio dialogando a 360 gradi con la città.
Della partita all’accesso al proporzionale della Camera viene data – nonostante i suoi post su Facebook- anche Marina Sereni. La viceministra vorrebbe tornare a Roma e già teme di finire incastrata nella candidatura Pd a sindaco di Terni a primavera 2023.
Altro nome che continua a circolare è quello di Francesco De Rebotti. La richiesta di candidatura dell’ex sindaco di Narni alla Camera si legge tra le righe di un documento degli amministratori piddini.

Niente a che vedere con la tarantola del Pd, ma qualche sussulto c’è anche in Fdi. I meloniani ternani, anche loro, fanno la corsa su un posto buono nel proporzionale. In pole position sembrava esserci Alfredo De Sio, uno dei cardini della destra ternana. Ma invece in lista servirebbe una donna, ed ecco il nome di Eleonora Pace. La consigliera regionale è comunque vicino all’area De Sio che a Terni controlla il partito. La Pace a Roma aprirebbe un valzer su Perugia e Terni. La prima dei non eletti per Fdi è Michela Sciurpa che però al momento è impegnata nella presidenza di Sviluppumbria. A seguire – nel 2019 prese 2.500 preferenze – Elena Proietti, ternana doc, assessore allo Sport della giunta Latini. La Proietti è considerata della minoranza del partito.

The Old Guard 2, Netflix gira a Terni: Charlize Theron, Uma Thurman e Luca Marinelli in città?

Ambulatori solidali per le fasce deboli: donate protesi acustiche e prestazioni mediche